Questo sito raccoglie quanto negli ultimi anni ho scritto, o detto, sui temi che più mi stanno a cuore, e in particolare: la vita, che oggi si manifesta anche nella sua sfolgorante versione sintetica quale manufatto (eu)geneticamente assemblato; la famiglia, che ci appare anch’essa artificialmente rifratta in un caleidoscopio di grottesche controfigure; la formazione delle giovani generazioni, snaturata dentro una scuola che è ridotta ormai a parodia di se stessa, ovvero a un incrocio tra un luna park e un laboratorio di rieducazione etico-sociale collettiva. Del resto, addomesticare tutti per via istituzionale – dall’asilo all’università – al monopensiero globalizzato, alle idee effimere e alla omologazione coatta serve a predisporre quel materiale umano omogeneo e obbediente che, sollevato dall’onere del ragionamento perché acquattato in un sicuro e confortevole stato di analfabetismo, confluisca felice nella massa inerte a trazione mediatica. Strutturalmente incapace di intralciare le simmetrie del potere.
L’analisi di questi temi non può non presupporre la consapevolezza della degenerazione morale, culturale, politica, religiosa che – combinata allo strapotere della tecnologia e all’impeto egemonico antiumano di una oligarchia votata al transumano – ha travolto e disintegrato le strutture portanti di una civiltà più che due volte millenaria.
In seno a questa civiltà sono stati elaborati i sistemi concettuali e le forme di pensiero capaci tanto di ordinare e regolare il vivere comune, quanto di rispondere alle esigenze spirituali profonde dell’uomo di ogni tempo; sono fioriti la filosofia, l’arte, il diritto e la politica, l’etica e l’estetica, la poesia e la letteratura, la scienza e l’economia, e la fede cristiana: tutto quel patrimonio di bellezza e di senso che l’onda montante della barbarie travestita da progresso sta annientando sotto i nostri occhi, assieme alla identità e alla memoria di un popolo intero.
Un patrimonio straordinario di bellezza e di senso – fatto di una storia tramandata, di una cultura sedimentata, di una eredità di terra, di sangue e di fede in cui riconoscersi – che va difeso ad ogni costo contro il delirio di onnipotenza dei signori apolidi del globalismo, per custodirlo e trasmetterlo a chi ci succede. Sulle macerie di uno Stato che, insieme alla sovranità, ha abdicato alla tutela e alla cura dei suoi cittadini; sulle rovine di una chiesa che, convertita alla religione unica dell’ONU e dei suoi magnati, ha abbandonato i suoi figli alla dissoluzione del secolo.
Le parole più vere e più belle a indicare il da farsi le ha regalate ai posteri qualche decennio fa Giovannino Guareschi, affidandole al Cristo che, in risposta a un don Camillo angustiato per il mondo che corre rapido verso la propria autodistruzione e per l’uomo che dissipa il patrimonio spirituale che in migliaia di anni aveva accumulato, gli spiega che bisogna fare «ciò che fa il contadino quando il fiume travolge gli argini e invade i campi: bisogna salvare il seme». Perché «se il contadino avrà salvato il seme, quando il fiume sarà rientrato nel suo alveo, potrà gettarlo sulla terra resa ancor più fertile dal limo del fiume, e il seme fruttificherà e le spighe turgide e dorate daranno agli uomini pane, vita e speranza…».
Elisabetta Frezza


In evidenza.

Intervento al convegno Euro, mercati, democrazia…  e conformismo, EMD 2020, svoltosi a Montesilvano (PE) nei giorni 17 e 18 ottobre 2020. Programma qui.
Il testo dell’intervento.


Gli obiettivi delle politiche repressive sulla popolazione. Intervista a ByoBlu Tv, 25 aprile 2021.


Contro la mercificazione della vita. Intervista a Visione Tv, 23 aprile 2021.


Covid: colpo di grazia per la Scuola? Intervista rilasciata ad Associazione Now, aprile 2021.


Lettera al Governatore della Regione Veneto Dottor Luca Zaia, Sul protocollo per la gestione dell’emergenza nelle scuole e sui tamponi agli scolari.


Un atto di bullismo istituzionale. Le linee guida del Veneto per la gestione del Covid a scuola. 16 febbraio 2021. Intervista di Davvero.tv.



Prime note sull’obiezione di coscienza all’obbligo vaccinale.

Da sempre, allorché il legislatore intervenga a disciplinare una materia che investe principi fondamentalissimi aventi a che fare con l’essenza stessa dell’uomo, si pone il problema del possibile conflitto tra la norma positiva e la legge naturale.
Leggi tutto »

Vaccino Covid: è obbligatorio? Riflessioni critiche.

di Francesco Volpe, Elisabetta Frezza Bortoletto, Riccardo Baro.
Leggi tutto »

Il vero contagio è quello della disperazione.

Abano Terme è una località termale in provincia di Padova, sulle pendici dei Colli Euganei, che è sempre vissuta delle attività legate al turismo e alla salute. Da un anno a questa parte è una città fantasma.
Leggi tutto »

I nuovi “vaccini” secondo i nuovi cattolici.

Lo smottamento pandemico ha portato a galla i retropensieri sommersi di più di qualcuno, che prima giacevano inconfessati o debitamente occultati…
Leggi tutto »

La casta degli stronzi.

Ci scusiamo per il titolo, ma non ha alternative.
SCENA 1 – Un signore entra in un ufficio postale…
Leggi tutto »

Contro il “farma-maccartismo”.

Il canale TV La 7 – una sorta di Pravda privata al servizio del governo del nulla – qualche sera fa ha toccato il fondo…
Leggi tutto »

I figli della pandemia. Ecco il Signore delle Mosche.

Stanno alterando i nostri figli, nel corpo e nell’animo.
Leggi tutto »

Omaggio a Melania.

Nel tempo della postverità e degli stereotipi invertiti, del carnevale permanente e della volgarità senza confini, una donna ha ricordato sommessamente al mondo cosa sia la femminilità.
Leggi tutto »

Il ministro Lamorgese ripristina “genitore1” e “genitore2”. Adesso sì che la civiltà è salva.

Oggi, nel tempo aureo della competitività a tutti i costi, nessuno tollera più di sfigurare.
Leggi tutto »

Covid, Psico-scuola & Nuovo totalitarismo.

Il pandemonio più socio-politico che sanitario che si è abbattuto sulle nostre vite…
Leggi tutto »

Covid e nonnismo di Stato.

Il fenomeno del nonnismo, come sappiamo, è presente in qualche forma in ogni società umana…
Leggi tutto »

Il legno della croce.

Ascoltando mio figlio alla vigilia di una interrogazione di filosofia, ho riscoperto un passo, tratto dalle prime pagine del commento di Sant’Agostino d’Ippona…
Leggi tutto »

Lo stato biototalitario.

C’era una volta la piramide di Maslow. Nel suo volume Motivation and Personality (1954), lo psicologo americano Abrahm Maslow…
Leggi tutto »

Ciao ciao Greta.

I seguaci della fanciullina svedese prodotta nel laboratorio delle élite globalizzanti, tutti quei baldi giovanotti…
Leggi tutto »

Liberiamoli!

Il minore dei miei figli è l’unico che al momento, la mattina, ha ancora il privilegio di caricarsi lo zaino in spalla, inforcare la bici e andare a scuola…
Leggi tutto »